È stata pubblicata dalla Commissione Europea la relazione generale sull'attività svolta nel 2021. Nonostante le pesantissime difficoltà dovute alla pandemia, l'Unione Europea ha iniziato a guardare al futuro avviando la ripresa.

Nella premessa al Report, la Presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen scrive: “Spero che il 2021 sia ricordato come l'anno in cui l'Europa ha iniziato a guardare oltre la pandemia, verso un futuro migliore. L'anno in cui l'Unione ha ottenuto vaccini per tutti i suoi cittadini. L'anno d'avvio della ripresa economica. L'anno in cui grazie a NextGenerationEU, il nostro piano per la ripresa, l'Europa ha iniziato a diventare un continente più verde e più digitale. Nel 2021 abbiamo compiuto progressi significativi, e questo è stato possibile solo perché l'Europa ha scelto di agire unita".

Stringendo il focus sulla trasformazione digitale, la Commissione ha concentrato le sue attenzioni sulle opportunità generate da cloud, intelligenza artificiale e quantum computing.

I primi miliardi di euro previsti nel NextGenerationEU sono già stati versati agli Stati membri, che hanno presentato ambiziosi programmi di riforme e digitalizzazione delle nostre economie, cercando di garantire ai cittadini la possibilità di disporre delle competenze necessarie per i lavori del futuro.

L'UE vuole fare dei prossimi dieci anni il decennio digitale europeo, diventando un modello mondiale per l'economia digitale, con 7,5 miliardi di euro per portare la tecnologia digitale alle imprese, ai cittadini e alla PA

Ci sono rigorosi obiettivi climatici e digitali vincolanti da rispettare, tra cui quello relativo ad almeno il 37% della spesa da destinare a investimenti e riforme a favore del clima, e almeno il 20% alla transizione digitale. Questo aiuterà l'Unione Europea a raggiungere l'obiettivo di neutralità climatica entro il 2050 e la avvierà verso una profonda transizione digitale.

Un piano complessivo di azioni e investimenti per entrare in un decennio digitale, con l'obiettivo di diventare un modello di riferimento mondiale per l'economia digitale, definire e promuovere norme e perseguire politiche che conferiscano ai cittadini e alle imprese maggiore autonomia e responsabilità.

Le azioni concrete da compiere prevedono il sostegno alle piccole imprese nell'adozione delle tecnologie, il supporto nell'apprendimento di competenze digitali di base e avanzate per i cittadini, e la facilitazione della diffusione dell'accesso alla rete internet e ai servizi pubblici online. Allo stesso tempo l'UE continuerà anche a perseguire l'eccellenza in tecnologie avanzate quali il calcolo quantistico, il cloud computing e l'intelligenza artificiale.

Ambizioni digitali che devono tradursi in alcuni punti chiave, entro il 2030.

  • una popolazione esperta dal punto di vista digitale e professionisti altamente qualificati;
  • infrastrutture digitali sicure e affidabili e un'alta percentuale di imprese digitalizzate;
  • servizi pubblici modernizzati rispondenti alle esigenze della società.

Tra le attività del 2021 c'è anche il nuovo programma Europa Digitale, con una dotazione di 7,5 miliardi di euro nei prossimi sette anni, per portare la tecnologia digitale alle imprese, ai cittadini e alle pubbliche amministrazioni.

La Commissione Europea sta mettendo a punto una proposta sui principi digitali per garantire che lo spazio digitale abbia come riferimenti i valori e i diritti dell'Unione Europea. Tutti i cittadini potranno beneficiare di opportunità come l'accesso universale ad internet, algoritmi che rispettino le persone e un ambiente online sicuro e affidabile.

 

 

Rapporto Istat sul digitaleRapporto Istat sul digitaleGP0|#033012ff-06e0-4cc2-a104-cab656af998a;L0|#0033012ff-06e0-4cc2-a104-cab656af998a|digitale;GTSet|#731c59c8-4118-4f4c-8ddc-7170dc5cfcbd31/07/2021 22:00:00https://www.unipoltech.com/it/news/rapporto-istat-sul-digitale18/08/2021 12:29:14019178Chi siamo News Open Innovation Contatti Login operatore Accesso Clienti Arca Accesso Clienti Linear Accesso Clienti UnipolSai Auto singole Accesso Clienti UnipolSai Auto aspx3697htmlFalseaspx<img alt="" src="/en/PublishingImages/Rapporto%20Istat.jpg" style="BORDER:0px solid;" />1 minLe imprese più innovative resistono alle crisi, crescono il cloud e la fatturazione elettronica. Nell’uso dell’IoT e AI siamo in linea con la media europea, mentre restiamo indietro con le tecniche di analisi di Big Data