Aumentano gli investimenti IT per proteggere le reti, le infrastrutture e i dati.La sicurezza informatica è la priorità, persino superiore all'innovazione. Resta il nodo delle competenzeSono alcune delle evidenze dell'indagine annuale Global Tech Outlook di Red Hat, giunta alla nona edizione, sullo stato di avanzamento delle organizzazioni di tutto il mondo, nelle loro iniziative di trasformazione digitale.

Sono stati intervistati oltre 1.700 leader del settore informatico di diversi Paesi per individuare le principali novità relative all'utilizzo della tecnologia e le principali tendenze.

Il 12% delle organizzazioni ha dichiarato di guidare la trasformazione digitale nel proprio settore, il 23% di essere in fase di accelerazione, il 31% di essere in fase di trasformazione e il 18% di essere emergente. Per quanto riguarda i budget, sulla sicurezza informatica si concentra la maggior parte degli investimenti IT in tutte le regioni e in quasi tutti i settori, in particolare la sicurezza delle reti (40%) e del cloud (38%) hanno ottenuto il punteggio più alto, mentre la gestione dei rischi di terze parti o della supply chain (12%) e il personale addetto alla sicurezza o alla compliance (13%) si sono posizionate in fondo alla classifica.

La protezione del cloud è la priorità per quanto riguarda gli investimenti in questa infrastruttura (42%). Security e integrità dei dati sono i principali aspetti oggetto di finanziamento in ambito analytics (45%), superando intelligenza artificiale (AI) e apprendimento automatico (ML). L'automazione della security (35%) ha superato quella dei servizi cloud (33%) e delle reti (30%) come priorità.

Negli anni passati l'innovazione è stata la priorità della trasformazione digitale, ma ora è la sicurezza a conquistare la prima posizione, raggiungendo il 20% con un aumento di 3 punti rispetto allo scorso anno

I percorsi di trasformazione digitale delle aziende sono ormai avviati ma non si differenziano significativamente dall'anno scorso. Negli anni passati l'innovazione è stata la priorità della trasformazione digitale, ma ora è la sicurezza a conquistare la prima posizione, raggiungendo il 20% con un aumento di 3 punti rispetto allo scorso anno.

Come l'anno scorso, la sfida più comune che le aziende si trovano ad affrontare nel proprio percorso di trasformazione digitale è la carenza di talenti e competenze. Con una crescente attenzione all'automazione IT, alla sicurezza e all'intelligenza artificiale, i responsabili IT sono giustamente preoccupati che i progressi in queste importanti iniziative possano subire battute d'arresto senza le adeguate competenze. Si tratta di un'evoluzione della cultura organizzativa, delle persone e dei processi tanto essenziale per il successo della trasformazione digitale quanto la tecnologia.

Tra le priorità di finanziamento non legate alla tecnologia ed esterne all'IT, infatti, il 37% degli intervistati ha scelto la formazione delle competenze tecniche/tecnologiche. La formazione delle persone e delle competenze di processo si è piazzata al terzo posto (30%), seguita dall'assunzione e fidelizzazione di sviluppatori e personale IT (28%).

 

 

L’EU affronta il problema delle competenze e definisce i professionisti della cybersecurityL’EU affronta il problema delle competenze e definisce i professionisti della cybersecurityGP0|#a5b99cce-e9ac-4898-9fd2-1c87f12291dd;L0|#0a5b99cce-e9ac-4898-9fd2-1c87f12291dd|cybersecurity;GTSet|#731c59c8-4118-4f4c-8ddc-7170dc5cfcbd30/11/2022 23:00:00https://www.unipoltech.com/it/news/l’eu-affronta-il-problema-delle-competenze-e-definisce-i-professionisti-della-cybersecurity04/01/2023 16:33:21033666Chi siamo News Open Innovation Contatti Login operatore Accesso Clienti Arca Accesso Clienti Linear Accesso Clienti UnipolSai Auto singole Accesso Clienti UnipolSai Auto aspx114htmlFalseaspx<img alt="" src="/en/PublishingImages/Competenze%20cybersecurity.jpg" style="BORDER:0px solid;" />3 minÈ stato pubblicato l’European Cybersecurity Skills per poter identificare i profili lavorativi più richiesti sul mercato della sicurezza informatica, e definire un lessico comune